Il blog della pesca

Uova di salmone geneticamente modificate

L’allevamento di pesce potrebbe essere la via definitiva per risolvere in via definitiva le problematiche legate allo sfruttamento intensivo della fauna ittica a scopo alimentare. È inutile girarci intorno, la pesca professionistica per come si è evoluta nell’ultimo secolo è diventata una pratica non sostenibile e sta mettendo in ginocchio diverse specie ittiche in diverse parti del mondo.

Una delle critiche che si fanno maggiormente ai sostenitori del passaggio dalla fauna ittica pescata in acqua libera agli allevamenti è che la quantità di pesci allevabili in questi ambienti non sarebbe sufficente a soddisfare la richiesta del mercato. In Canada però aprono la strada ad una una soluzione che potrebbe risolvere questo problema: Uova di salmone geneticamente modificate

La AquaBounty Technologies ha infatti ricevuto il via libera per la produzione di uova di salmone geneticamente modificati su scala commerciale. I pesci nati dalle uova prodotte dalla AquaBounty sono modificati geneticamente per crescere due volte più velocemente del salmone normale.

A questo punto se la società con sede nel Massachusetts ottiene l’approvazione dalla Food and Drug Administration per la vendita negli Stati Uniti, le uova prodotte saranno spedite in un impianto a Panama per essere cresciute fino allo stato adulto e poi i salmoni potranno essere raccolti per scopi nutrizionali.

In un comunicato stampa la AquaBounty ha parlato dei rigorosi esami  sul suo incubatoio fatti dal Environment Canada, e una revisione di un gruppo di esperti scientifici indipendenti.

Si apre dunque una iteressante prospettiva grazie alla scienza per la salvaguardia del patrimonio ittico globale

Fonte:

CBC

Exit mobile version