Il blog della pesca

A isola serafini in arrivo la struttura per la risalita dei pesci sul Po

Dopo oltre 50 anni dalla costruzione della centrale Enel di Isola Serafini sul fiume Po, avvenuta nel 1962, è stato presentato il progetto definitivo per la realizzazione di una struttura canalizzata per il passaggio dei pesci attraverso la centrale stessa.

Dall’adriatico al lago di lugano passando per Isola Serafini

L’opera permetterà di ripristinare le rotte di migrazione della fauna ittica lungo il Po, dal mare Adriatico fino anche al Lago di Lugano. La redazione del progetto esecutivo è prevista entro la fine di aprile e la conclusione dell’opera è calendarizzata per la fine del 2015.

La realizzazione di tale struttura è uno degli obiettivi prioritari del progetto ConfluPo, co-finanziato dall’Unione Europea, che ha come Enti partner Regione Lombardia (capofila), Regione Emilia-Romagna, Agenzia Interregionale per il fiume Po, Autorità di Bacino del fiume Po, Consorzio Parco Lombardo della Valle del Ticino, Province di Piacenza e Rovigo, Società Graia.

Alcuni rappresentanti degli Enti partner hanno illustrato così il progetto:

Si tratta, in sostanza, di un “canale”, in prevalenza a cielo aperto, che consente ai pesci di superare agevolmente la barriera di Isola Serafini.

Verrà quindi realizzata una struttura a bacini successivi che permette il passaggio della fauna ittica in entrambi i sensi, assicurando la riconnessione del fiume con qualsiasi portata idrica. Il canale è a forma di “Y” , con l’asta comune a monte dello sbarramento che presenta una struttura di monitoraggio e cattura dei pesci in transito.

Nella stessa area è prevista la struttura di cattura e selezione, composta da 4 grosse gabbie in rete – con maglia variabile a seconda delle necessità – che permetteranno la cattura delle specie in transito nei due diversi rami, consentendo una specifica selezione. Eventuali specie invasive, quali il siluro, verranno infatti prelevate, mentre altre, come ad esempio gli esemplari di storione, verranno marcate e subito rilasciate per poter raccogliere importanti dati sui loro spostamenti.

Il budget complessivo del progetto è pari a € 7.088.476, di cui € 3.496.809 a carico del cofinanziamento comunitario, € 3.091.667 di cofinanziamento tra i partner, € 500.000 di cofinanziamento da parte di Enel Green Power. All’interno di tale budget, l’importo per la realizzazione del passaggio per i pesci ammonta a € 4.800.000.

Fonte:

Il Piacenza

Exit mobile version