Il blog della pesca

Inneschi: Texas rig

Il Texas rig è probabilmente l’innesco principe nella pesca al black bass, lo possiamo utilizzare sia per presentazioni finesse o addirittura spiombate che per presentazioni più pesanti, anche con pesi importanti.

La sua caratteristica principale è sicuramente la possibilità di essere utilizzato per pescare anche in cover molto intricate senza problemi.

Attrezzature necassarie

L’innesco

  1. Inserite sul filo uno stopper fermandolo all’altezza desiderata, più alto sarà lo stopper più il peso potrà scorrere, quindi l’esca affonderà più lentamente.
  2. Inserite il piombo a proiettile sul filo.
  3. Legare l’amo con il nodo a voi più congeniale, consiglierei un nodo palomar per la sua buona resistenza.
  4. Innescare la gomma (se siete più comodi potete anche innescare la gomma sull’amo prima di annodarlo) in questa maniera:

Puntata con l’amo la testa del siliconico, entrate di mezzo centimetro (ma anche meno, dipende dalla misura degli ami e dei siliconici che stiamo utilizzando) e uscite subito sotto, facendo scorrere l’intero amo fino al gradino offset.

A questo punto girate l’amo, che dovrà quindi trovarsi con la pancia verso il basso e la punta verso l’alto (che guarda l’esca) e fate scivolare la punta del siliconico sul gradino, in questo modo l’esca non si sposterà lungo il gambo dell’amo durante l’azione di pesca.

Ora non resta che rientrare con l’amo nel siliconico, andando a far appena apparire la punta sulla parte alta del nostro artificiale (qui va un po’ alle nostre preferenze, c’è chi lascia la punta completamente coperta e chi la fa fuoriuscire maggiormente)

Il Texas Rig è pronto a essere lanciato in acqua, ma soprattutto nelle cover più fitte, infatti l’innesco risulta anti incaglio per via dell’amo quasi completamente coperto.

Exit mobile version