Il blog della pesca

5 rapidi step per localizzare il black bass by Online Fishermen

Con il lago Wister in Oklahoma gravemente allagato, ma in rapida discesa, Harry Padgett era sicuro che il pesce si sarebbe trovato in qualche insenatura attaccato alle legnaie sommerse o alle macchie di radica diffuse lungo le coste. Con l’abbassamento dell’acqua, ha pensato che il pesce poteva essere sul bordo esterno della parte di legname e prati allagati invece che sepolto in mezzo a quelle cover intricate.

Abbiamo preso una serie di robusti boccaloni in breve tempo, facendo sembrare la cosa quasi troppo semplice. Per me era facile, perché Padgett aveva pensato alla maggior parte delle cose. Tutto quello che avevo dovuto fare era stato lanciare il mio spinnerbait intorno alle strutture che lui diceva.

In molti fiumi e laghi, il compito di trovare il pesca in migliaia di acri  d’acqua è scoraggiante. Spesso sembra che i pesci possano essere ovunque. Molto spesso i pescatori si lasciano sopraffare da una visione troppo ampia, inziando semplicemente a pescare, lanciando a casa a tutto ciò che potrebbe sembrare un pesce. Certe volte funziona; solitamente no.

Padgett, un garista dell’Arkansas, prende molto più sistematicamente l’approccio iniziando con il guardare le cose dal punto di vista del bass.

Tiene sembre in conto il tipo di acqua in cui pesca e quello che ha imparato sui pesci dalle sue parti, tenendo in considerazione i cinque fattori che ha scoperto avere un grande impatto sulla posizione dei bass e sul loro comportamento: stagione, temperatura dell’acqua, colore dell’acqua, livello dell’acqua e meteo.

La stagione

La stagione da risposta a molte delle maggiori domande che possono aiutarvi a sapere dove inziare la ricerca dei pesci. Le fasi di frega sono un fattore? Il pesce potrebbe essere su strutture a metà estate? Seguono il pesce foraggio fino alle insenature? Non tutti i pesci in un lago faranno le stesse cose nello stesso momento, ma pensare agli aiuti stagionali può restringere il campo di idee su dove dovrebbe trovarsi la maggior parte del pesce.
La stagione, più di altri fattori di controllo, sarà legata alla posizione geografica. La frega in florida finsice quando i laghi in Minnesota sono ancora congelati. Ponete attenzione a quello che succede sul pelo dell’acqua intorno a voi, questo potrà darvi il primo pezzo per risolvere il puzzle

La temperatura dell’acqua

Per restringere il campo ancora un poco, la temperatura dell’acqua rivela molto su come il pesce dovrebbe comportarsi e su dove dovrebbe essere. Spesso i pescatori ignorano la lettura della temperatura sulle loro apparecchiature elettroniche.

Esattamente come le temperature entrano in gioco dipende dalla stagione. Durante l’estate dovrete cercare spesso quelle aree con un paio di gradi in meno rispetto al resto del lago. Durante l’inverno è vero l’opposto. In primavera e autunno le temperature vi aitano a sapere a che punto i pesci possano essere sia in fase di frega che in movimento.

La temperatura dell’acqua può cambiare durante la giornata, influendo anche sul livello di attività del pesce. Quando l’acqua si raffredda piuttosto lentamente in autunno, per esempio, i peschi diventano più attivi e si possono muovere a poca profondita dove l’avanzamento della giornata scalda l’acqua.

Il colore dell’acqua

L’acqua era molto sporca dove Padgett e io abbiamo pescato. Queste sono condizioni comuni a Wister, specialmente in primavera, e questa influenza il normale comportamento del pesce. Generalmente si dice che l’acqua sporca spinge i bass in superficie, molto vicini alle cover e si aiutano molto dalla linea laterale per trovare cibo. In acqua pulita i pesci sono più propensi a usare strutture al largo  o a spostarsi sui piani, affidandosi di più alla vista.

Prendete anche nota di come la limpidezza dell’acqua varia in un bacino idrico. Se un lago è stato gravemente infangato da una grossa pioggia ma la parte posteriore delle sue insenature è stato pulita, questa è un’ottima chace per torvare il pesce concentrato dove l’acqua è pulita.

Capite che il colore dell’acqua e la sua influenza vi aiuterà a scegliere le aree potenzialmente produttive e a scegliere la migliore esca da usare. Ha ance un impatto sulla selezione dei colori. Le scelte di Padgett vanno dalle sfumature di colori scuri, più facili da vedere per i pesci in acqua sporca, ai colori traslucidi per acque molto chiare.

Livello dell’acqua

Alcuni corsi d’acqua sono soggetti a massicci cambi di livello, mentre altri  solo leggermente. La maggior parte vanno un po’ su e giù, e il pesce tende ad andare su e giù con l’acqua. L’acqua alta generalmente spinge il pesce verso le rive, specialmente quando vengono allagate nuove cover. L’acqua bassa attira i pesci fuori verso insenature e canali.

In molti fiumi e riserve l’acqua alta ha l’effetto aggiuntivo di creare corrente, che aiuta a localizzare i pesci perchè si muovono all’interno di tasche che sono completamente protette dal flusso o si mantengono in posizione dietro alberi, banchine o altri pezzi di cover che rompino la corrente.

Come per altre tematiche discusse, la tendenza è importante almeno quanto come le attuali condizioni.

Il meteo

Il meteo è una “variabile costante”, secondo Padgett, e il bass ne ha dato prova quando abbiamo pescato insieme. La mattinata è iniziata luminoso, e mentre il sole continuava splendere le abboccate erano buono. Quando delle nubi spesse si sono stabilite a poche ore di viaggio, le abboccate sono notevolmente rallentate e il pesce si è riposizionato.

L’aumento e la caduta di pressione, la pioggia, le nuvole, il sole, il vento costante… molte conzioni meteorologiche ci dicono dove il pesce dovrebbe essere, in modo da guardare in cerca di indizi. Prestate particolare attenzione a qualsiasi cambiamento del meteo durante la giornata e noterete come questo interessa il pesce.

Tutti insieme

Per coprire tutte le variabili coivolte ci vorrebber un “libro davvero molto grande”, secondo Padgett, e questo non è una semplice formula che porta sempre al pesce. Detto questo, prendendo in considerazione questi fattori internazionali e tenendo conto della conoscenza delle acque in cui pescate, potete fare lo step successivo e portare i pesci in barca.

Ovviamente Padgett non garantisce niente, ma lascia che il pesce vi fornisca la risposta definitiva ogni giorno.
“Sto ancora provando e imparando” dice, “perchè dopotutto, i pesci fanno le regole e possono cambiare le loro regole quando e dove vogliono”

Fonte

Numero di gennaio e febbraio di online fishermen

Exit mobile version