Il blog della pesca

Combattere i fronti freddi di Hank Parker

Niente colpisce i pescatori di Black Bass come il metereologo che prevede un fronte freddo nel week end

Certo, i cambiamenti in brutto del tempo influenzano la pesca, e il più delle volte in peggio. Comunque non tutti questi cambiamenti sono negativi, e ci si può adattare per salvare una buona giornata di pesca.

Il primo step per risolvere il dilemma dei fronti freddi, consiste in un cambiamento di atteggiamento. Preoccuparsi di come un fronte freddo influezerà i rifiuti del pesce è controproducente.

Nei miei giorni come pro, accoglierei favorevolmente un cambiamento di clima durante un evento perchè è mentalmente devastante per la maggior parte dei concorrenti. Qualche pescatore è così convinto che non potrà catturare pesci durante un fronte freddo che non ci prova neppure.

Questo non vuol dire che io preferisca pescare sotto un cattivo tempo. Devo lavorare di più e, con ogni probabilità, prenderò meno pesce. Ma i pescatori veterani sanno giocare bene le loro carte.

Spesso si discute sul perché il fronte rallenta le abitudini alimentari dei bass.
Non credo che il calo della temperatura dell’aria o dell’acqua abbiano molto a che fare con questo, come i cambiamenti barometrici; i bass sono molto aggressivi sia con bassa che con alta pressione. Un calo della pressione barometrica tende a verificarsi prima che cominci un fronte freddo, facendo precipitare la frenesia alimentare. Il fronte freddo reale fornisce una pressione barometrica alta con cielo azzurro e luminoso, è qui che bisogna pescare comunque.
Inoltre è importante sapere che i fronti freddi possono avere effetti diversi sul bass fishing nelle diverse parti del paese. I bass della Florida, per esempio, sembrano essere più vulnerabili anche a un piccolo fronte freddo, mentre i bass del nord tendono a reagire meno negativamente.

Ricordate, sebbene alcuni pesci abbocchino ovunque; sono meno le probabilità di trovarli in acque libere o che scelgano esche con un movimento rapido. I pescatori di successo optanto per worms e jig che possono lavorare lentamente e per più tempo nella strike zone.
E’ per questo che pescare a flipping dentro a cover intricate è una buona tecnica in condizioni difficili. Infatti è stata una situazione di fronte freddo a portare la tecnica del flipping all’attenzione nazionale diversi anni fa, durante un torneo sul lago Okeechobee in Florida. Il californiano David Gliebe catturò più di 90 libbre di bass mentre gli altri pescatori lottarono per pescarne solo pochi. Gli altri pescatori usarono il tradizionale lancia e recupera che stava funzionando bene prima del fronte freddo, ma il clima aveva spinto i bass all’interno dei fitti erbai, rendendoli letargici. David posizionò la sua barca sopra gli erbai e fece cadere i suoi worm e jig all’interno dei buchi. Proprio perchè erano letargici, erano diventati tolleranti verso alla barca che gli passava sopra.

Da quando ho imparato il flipping ci sono volte in cui prego per un fronte freddo. Per esempio, a inizio primavera, quando le temperature dell’acqua sono intorno ai 60 gradi fahrenheit e il clima è piacevole e stabile, pescare potrebbe diventare terribile se i bass si nascondono nei cespugli parzialmente sommersi. Il riscaldamento del clima li spinge in cima ai cespugli, dove sono facilmente spaventabili. È frustrante – li posso vedere ma loro non vogliono mangiare.

Quando arriva un fronte freddo, i bass si spingono sul fondo e si tengono molto vicini alle cover più intricate. In quel momento è possibile avvicinarsi, sondare con un jig la base del cespuglio e catturare i bass al limite.

Dovendo scegliere, durante un fronte freddo, preferisco cercare pesce in poca profondità piuttosto che pesci in profondità. Tuttavia un fronte medio in estate può avere meno impatto sui pesci tra i 10 e i 20 piedi d’acqua di quanto non faccia coi pesci in meno di 5 piedi d’acqua. Certe volte non si può sapere quale modo è più produttivo, per cui bisogna sempre provare entrambi.

Spesso ho trovavo bass su strutture dove potevano essere catturati facendo lanci deliberatamente vicino alla struttura e rallentando il recupero. Jig-and-pig (Jig con trailer in cotenna di maiale), worm e spinnerbait che si muovono lentamente intorno alla struttura, possono funzionare.

Non dimenticherò mai un torneo in cui ho pescato in Florida, sul lago Kissimmee. Avevo avuto buoni risultati con Silver Minnow, spinnerbait e worm prima che il fronte freddo colpisse. Quando i pesci si sono fermati, il mio compagno ha lanciato il suo worm di plastica, fissato la canna, acceso una sigaretta, versato un po’ di caffè – e ha preso un pesce. Probabilmente avrebbe lasciato il suo worm sul fondo per 5 minuti prima di muoverlo. Io non ho avuto tutta quella pazienza così lui ha preso più pesci di me – 20 libbre in più.

Non ci sono scorciatoie per combattere i fronti freddi. Certe condizioni richiedono pazienza e una mente aperta. Con la presentazione di un esca più attenta e curata è possibile spingere il pesce a mordere, scoprirete che i fronti freddi non sono cattivi come molti pescatori pensano.

Fonti

Sito Ufficiale Hank Parker
Articolo originale su Online Fishermen di settembre/ottobre 2012

Tutti i diritti dell’articolo sono comunque dell’autore e della rivista sulla quale è stato pubblicato, io mi sono solo occupato della traduzione dell’articolo

Exit mobile version