Il blog della pesca

Bass Pro Shop Pro Qualifier

Qualche giorno fa ho pubblicato una recensione della mia nuova canna da casting per il bass fishing, la Mojo Bass Crankbait di casa St Croix.
Ora è giunto il momento di parlare del mulinello che ho voluto affiancarci: Il Pro Qualifier di Bass Pro Shop che, visto l’uso che ne avrei fatto, ho acquistato nella sua versione dedicata ai crank (PQX10SSLD).

Le prime impressioni:

Non si può non cominciare a parlare di questa serie di mulinelli senza dire che sono utilizzati in gara da Edwin Evers, che riassume la sua esperienza con questi mulinelli così:

Non finisce mai di stupirmi, tutti coloro che pescano con me sono impressionati dal mio Pro Qualifier e pensano che si tratti di un mulinello da 300 dollari
(Fonte: BassStoreItaly)

Magari per molti potrebbe essere una semplice trovata pubblicitaria, ma io penso invece che se un pescatore che utilizza questo mulinello sia riuscito ad arrivare ai livelli di Edwin Evers ($1,846,058.00 guadagnati con le gare della B.A.S.S. giusto per dirne una) beh… forse tanto male non è! E probabilmente io nel mio piccolo mi potrei anche accontentare.

Ma veniamo a noi. La caratteristica principale che bisogna sapere è che, a differenza della maggior parte dei mulinelli da casting in commercio, questo modello ha sia il freno centrifugo che il freno magnetico. Quindi, se siamo già esperti nell’utilizzo di mulinelli a bobina rotante, il Pro Qualifier ci permette di giocare molto sulle regolazioni, ma allo stesso tempo ci perdona tutti quegli errori tipici dei pescatori alle prime armi (ma anche ai più esperti ogni tanto scappa il dito).

La compattezza e la solidità sono sicuramente altre due caratteristiche che saltano subito all’occhio prendendolo in mano. Sia il corpo che la bobina sono in alluminio e sono estremamente curati riuscendo a contenere il peso ad un livello accettabilissimo.
Sempre parlando di bobina un’altra cosa che mi è saltata subito all’occhio è la profondità che quindi ci permette di caricare buone dosi di filo, anche se si utilizzano dei diametri abbondanti. Per l’occasione infatti ho deciso di imbobinare 150 metri di nylon ricoperto in fluorocarbon del diametro di 0,28mm (Asso Molecular Shield), raggiungendo un buon livello ma senza arrivare al limite massimo della bobina.

Il prezzo, come sempre se siete pescatori squattrinati (come me, non smetterò mai di dirlo), potrebbe farvi vacillare un po’. Infatti ci aggiriamo intorno ai 120 € di listino. Anche se in giro si riescono a trovare buone offerte che ci fanno risparmiare qualche decina di euro (nel mio caso giusto il prezzo della bobina di monofilo), a un neofita che deve comprare il suo primo mulinello da casting potrebbe venire naturale pensare di risparmiare quasi 50 euro comprando mulinelli più economici. Sinceramente ritengo che la qualità di questo mulinello sia ottima, soprattutto dal punto di vista di un principiante, e il prezzo, comparato a mulinelli di qualità simile, sia davvero eccezionale.
Molte volte ci viene naturale cercare di spendere meno, ma nel caso di un mulinello a bobina rotante la scelta di risparmiare qualche euro potrebbe costarci cara in futuro (buttare via parecchi metri di filo, magari di fluorocarbon, per una stupida parrucca dovuta ad un piccolo errore che il mulinello non ci ha perdonato, alla lunga costa).

Impressioni sul campo:

Nonostante l’impressione avuta in negozio fosse più che soddisfacente utilizzando il Pro Qualifier in pesca sono rimasto davvero stupito dalla facilità di utilizzo e dalla qualità di questo stupendo mulinello.
I lanci lunghi e molto precisi, le intere ore di pesca passate senza neanche una minima parrucca, l’utilizzo di esche al limite del suo range di tolleranza e l’ottima gestione delle regolazioni dei freni hanno sicuramente contribuito a rendermi felice del mio acquisto.

Finora le situazioni di pesca e i combattimenti in cui ho avuto modo di testare il mulinello di casa Bass Pro Shop sono state le medesime descritte nella recensione della canna Mojo Bass, quindi con piccoli bass di fine stagione e con un luccio di buone dimensioni. In entrambi i casi devo dire che il mulinello ha saputo difendersi egregiamente, dimostrando anche di saper lanciare molto lontano eche di piccola misura.

Il rapporto di recupero lento è stato un po’ la mia croce e delizia durante queste prove. Infatti l’ho apprezzato molto durante la prima uscita dove ho utilizzato per lo più shallow crank e pescando prevalentemente nei primi metri d’acqua. Ma l’ho un po’odiato quando, pescando da una riva abbastanza alta (la seconda uscita) e cercando di guadagnare inesorabilmente quei pochi centimetri per arrivare ad una profondità decente, ho dovuto accellerare il recupero.
Un difetto (che in realtà non è un difetto ma ben si un pregio) a cui ho comunque ho trovato rimedio facendo prove con crank di diverso tipo fino a trovare l’assetto ideale.

Se proprio dovessi trovare un difetto nel Pro Qualifier potrei dire che il peso, una volta montato sulla canna, non è propio dei più leggeri, e nella combo che ho utilizzato (ricordo con St Croix Mojo Bass Crankbait) si è fatto lievemente sentire, non aiutando molto nel bilanciamento. Tuttavia sarebbe un’inutile forzatura nel tentativo di trovare un pelo nell’uovo di questo ottimo prodotto.

 Dati Tecnici:

Conclusioni:

Come certamente avrete capito sono più che soddisfatto del mio acquisto e lo rifarei sicuramente. Se per la canna avevo detto che avrei sicuramente tenuto in considerazione la serie Mojo Bass in caso di (sicuri) acquisti futuri, per il mulinello posso tranquillamente dire che questo mulinello sarà certamente una delle mie prime scelte (anche se la curiosità di sperimentare con altri modelli è sempre forte).

Come dice il proverbio, chi ben comincia è a metà dell’opera, e penso che inziare dal Pro Qualifier sia un ottima scelta. Per questo lo consiglierei certamente ai neofiti.
Ma come ho detto prima anche ai pescatori più esperti, che apprezzaranno sicuramente il doppio freno e tutte le sue possibilità di regolazione.

Fonti:

Sito Ufficiale Bass Pro Shop
BassStoreItaly
Sito Ufficiale Edwin Evers

Exit mobile version