Il blog della pesca
Tuttospinning.com negozio online specializzato in trout area
Tuttospinning.com negozio online in trout area

Cos’è il blog della pesca?

Purtroppo molti di noi (ingiustamente) non possono dedicare molto tempo alla propria passione preferita: la pesca. Lavoro, scuola, impegni, fidanzate/mogli/amanti spesso limitano le nostre uscite al minimo sindacabile. Per questo motivo passiamo ore al computer, leggendo, guardando video e discutendo con altri pescatori, bruciandoci gli occhi e consumando la rotellina del mouse a suon di zoom su google earth alla ricerca di nuovissimi spot “miracolosi”.

Tutto per quel magico momento, in cui ci si ritrova con gli amici (ma anche soli perchè no?), e con la nostra canna da pesca (il singolare è solo un eufemismo, sappiamo benissimo che anche voi avrete il garage pieno di attrezzatura).

Se anche voi vi siete rivisti in questa descrizione abbiamo una brutta notizia: Siete malati, malati di una bellissima passione, la pesca!

Ed è per quelli come voi che abbiamo voluto costruire questo Social Blog. Benvenuti.

Ok, ma cos’è un Social Blog?

Come probabilmente avrete capito il blog della pesca non è un normale blog, è un Social Blog, scritto dai pescatori per i pescatori per l’appunto.

Un Social Blog è un blog incentrato proprio sui suoi lettori, dando loro la possibilità di essere al centro dell’attenzione.

Infatti su il blog della pesca gli articoli vengono scritti dai nostri utenti, tutti volontari: Per chi di noi mastica un po’ di inglese e di nuove tecnologie possiamo dire che il blog della pesca è un blog scritto in crowdsourcing, dove infatti è la stessa comunità degli utenti che produce i contenuti.

Gli Utenti possono scrivere in qualsiasi momento un nuovo articolo e proporlo per la pubblicazione. Questi articoli finiscono in una “coda” e verranno letti, corretti e accettati per la pubblicazione dagli Editor.

Navigando per il blog della pesca incontrerete sicuramente anche gli Autori. Questi, sono utenti particolarmente attivi che hanno scritto, e continuano a scrivere articoli che riscuotono un buon successo, per questi motivi si sono guadagnati la fiducia (e con essa anche la responsabilità) per pubblicare direttamente sul blog i propri contenuti. Senza dover attendere la revisione di un editor.

Questo sistema, che a prima vista potrebbe sembrare macchinoso, fa si che la comunità e il blog si auto regolino e auto alimentino, producendo sempre nuovi e interessanti contenuti.

Su il blog della pesca è possibile parlare di qualsiasi cosa, preferibilmente inerente alla pesca, anche se ogni tanto può scapparci qualche OT. Esistono comunque argomenti che, per ovvi motivi, sono tassativamente vietati: la pornografia, la pirateria e l’illegalità in generale. Ci sentiamo comunque in dovere di sconsigliarvi anche di trattare di politica e di religione.

Insomma: il blog della pesca vuole essere l’incrocio tra un social network e un blog, sfruttiamo tutti gli strumenti sociali per fare in modo che i nostri lettori non rimangano semplici lettori, ma diventino parte attiva della comunità, creando contenuti e, perchè no, proponendo nuove idee e iniziative.

Perchè dovrei sprecare tempo a scrivere un articolo sul blog della pesca?

Perchè no? Non dite bugie! Sappiamo benissimo che smaniate dalla voglia di far sapere al mondo le vostre esperienze, pubblicare i racconti delle vostre catture e (non meno importante) tirarvela e fare gli spacconi parlando dei vostri epici combattimenti a colpi di mulinello.

Quante volte leggendo su internet o su qualche rivista di pesca avete invidiato quei pescatori che avevano la possibilità di pubblicare i propri articoli?

Il blog della pesca non può certamente offrirvi un lavoro come editor o come giornalista, ma può darvi l’opportunità di vedere le vostre parole pubblicate e lette da una comunità di appassionati e esperti del settore. Siamo

Poi non si sa mai, magari passa di qua il direttore di qualche rivista e finisce che vi offra un lavoro. Ci piace pensare in grande.